Corso online per le surroghe dei Presidenti di Seggio 2020


Data: 18 feb 2020 Corso online per le surroghe dei presidenti di seggio   Come di consueto si...

Stabilizzazione del personale precario, mobilità e principio di accesso dal...


Data: 20 giu 2019 (Deliberazione Sezione regionale di controllo per la Sicilia n....

Tetti di spesa al fondo risorse decentrate e posizioni organizzative nei co...


Data: 11 giu 2019  (Deliberazione Sezione regionale di controllo per la Lombardia n....

NOTIZIE
L’organizzazione del lavoro in Italia: orari, luoghi, grado di autonomia
L’Istat informa che l’indagine continua sulle Forze di Lavoro, come da Regolamento comunitario, prevede l’inserimento nel questionario standard di un “modulo ad hoc”, che ogni anno approfondisce un aspetto del lavoro o alcune caratteristiche degli intervistati. Il modulo ad hoc del 2019 raccoglie informazioni sull’organizzazione e gli orari di lavoro degli occupati allo scopo di valutare in che misura il lavoratore possa esercitare una certa autonomia in base alle proprie preferenze e necessità. Oltre sette occupati su 10 (per un totale di 16,6 milioni di lavoratori) non hanno la possibilità di decidere l’orario di inizio e/o fine della propria giornata lavorativa. Per i lavoratori dipendenti l’orario è definito dal datore di lavoro mentre i vincoli che incontrano i lavoratori autonomi sono riferiti alle esigenze dei clienti o dalle norme. Il 16,4% degli occupati ha invece piena autonomia nella scelta e un ulteriore 12,0%, pur dichiarandosi autonomo, è soggetto ad alcune limitazioni. Gli uomini, i lavoratori dai 50 anni ...
Piano Nazionale Anticorruzione 2019
L’ANAC approva in via definitiva il Piano Nazionale Anticorruzione con Delibera numero 1064 del 13 novembre 2019. ALLEGATO 2 alla Delibera. La rotazione “ordinaria” del personale. Inquadramento normativo L’art. 1, co. 5, lett. b) della l. 190/2012, prevede che le pubbliche amministrazioni devono definire e trasmettere ad ANAC «procedure appropriate per selezionare e formare, in collaborazione con la Scuola superiore della pubblica amministrazione, i dipendenti chiamati ad operare in settori particolarmente esposti alla corruzione, prevedendo, negli stessi settori, la rotazione di dirigenti e funzionari». Inoltre, secondo quanto disposto dall’art. 1, co. 10, lett. b) della l. 190/2012, il RPCT deve verificare, d’intesa con il dirigente competente, «l'effettiva rotazione degli incarichi negli uffici preposti allo svolgimento delle attività nel cui ambito è più elevato il rischio che siano commessi reati di corruzione». L’art. 1, co. 4, lett. e) della l. 190/2012, dispone che spetta ad ANAC definire i criteri che le ammin...
Principio di alternatività tra ricorso giurisdizionale e ricorso straordinario al Capo dello Stato
La ratio del principio di alternatività tra ricorso giurisdizionale e ricorso straordinario al Capo dello Stato deve essere individuata nell’esigenza di impedire un possibile contrasto di giudizi in ordine al medesimo oggetto e, dunque, di evitare l’inutile proliferazione dei ricorsi ed il pericolo di pronunce contrastanti tra organi appartenenti allo stesso ramo di giustizia Leggi tutto sul sito Giustizia Amministrativa Parere: Cons St., sez. I, 13 novembre 2019, n. 2861 – Pres. Torsello, Est. Neri